Pikkio Accessori di moda, stile e costume

div id="contBoxDue"

"Get the Flash Player" "to see this gallery."

DAL BAROCCO ALLA RIVOLUZIONE FRANCESE (1600-1789)

Tipica delle prime decadi del XVII secolo è la diminuzione dell'importanza dell'oro, riservato alla montatura, mentre assumono grande importanza le pietre, tagliate a tavoletta con montature semplici e formali. Dopo il 1620 si sviluppa in Francia un nuovo stile orafo tendente al naturalismo che trova applicazione in decorazioni floreali per corpetti in cui file di diamanti tagliati a tavoletta fungevano da foglie arricciate, mentre altre pietre con taglio a rosa componevano i fiori: è la nascita del Barocco.

Il XVII secolo segnò anche la nascita della parure, serie di gioielli coordinati nello stile e nella foggia. La parure femminile era di solito composta da un paio di orecchini, una collana, una spilla e talvolta un diadema o un anello. Il coordinato maschile comprendeva invece i bottoni dell'abito, le fibbie per scarpe, l'elsa della spada e le insegne cavalleresche. I pendenti venivano sempre più arricchiti di gemme così da creare dei grappoli a cascata su diversi piani, chiamati girandoles con riferimento ai lampadari di Versailles. il fiocco è un altro dei motivi più ricorrenti nella gioielleria barocca e deriva probabilmente dai nastri con i quali un tempo si fissavano i gioielli.

Con l'avvicinarsi del XVIII secolo le montature dei gioielli ornati da pietre diventano ancora più delicate in modo da esaltare al massimo lo splendore delle pietre incastonate una vicina all'altra. Per tutto il XVIII secolo, il gioiello più importante indossato di giorno dalle donne è la chatelaine, un ornamento da cintura, nato originariamente per attaccare l'orologio o le chiavi ma ben presto diventato un vero e proprio gioiello ornamentale. Per il resto, buona parte del XVIII secolo sarà ricordata per il grande sfarzo dei salotti di Versaille e per l'uso smodato di gioielli molto ricchi e preziosi.